Combatti il rilassamento cutaneo di viso e collo con il Lifting facciale

Il lifting del viso, detto anche lifting cervico-facciale o ritidectomia, è un intervento chirurgico che ha come scopo quello di ringiovanire il volto e il collo, dando un risultato naturale e duraturo nel tempo.
Vengono dunque eliminati gli effetti del rilassamento cutaneo e dell’atrofia dei tessuti sottostanti (muscolo, grasso, fascia muscolare).

Il lifting del viso può essere eseguito da solo o in contemporanea con altri interventi del volto, come l’inserimento di protesi (degli zigomi, del mento, della mandibola, della mascella, ecc), il lipofilling (degli zigomi, dei solchi profondi, del mento, ecc.) la blefaroplastica, la rinoplastica o insieme ai trattamenti di medicina estetica come il ringiovanimento del viso mediante laser CO2 (laser resurfacing) o ad anidride carbonica.

Dettagli sull’intervento

Il lifting del viso è un intervento che viene effettuato dai pazienti di età compresa tra i 40 e i 70 anni. Non esiste un’età precisa ma può essere utile quando compaiono i segni dell’invecchiamento (i volumi del volto come zigomi e guance vengono a ridursi, i tessuti molli scendono verso il basso appesantendo l’ovale del volto in special modo nella zona inferiore, solchi e rughe si approfondiscono).
Il lifting del viso non è indicato in pazienti con malattie croniche e problematiche di salute che possano compromettere la riuscita dell’intervento stesso (malattie cardiovascolari, insufficienza renale, problematiche respiratorie, grave anemia, ecc). Viene posticipato in donne gravide o in allattamento.
Effettuare prima visita specialistica
Come prima di qualsiasi intervento di chirurgia plastica estetica è necessario sottoporsi ad una prima visita dallo specialista in chirurgia plastica.
In questa occasione il dott. Leva analizzerà il viso ed il collo del o della paziente, annotando quali siano le modifiche e i miglioramenti necessari affinché si abbia nuovamente un volto fresco e riposato, eliminando i segni del tempo che passa. Si procede quindi con la spiegazione dell’intervento stesso e con la simulazione del risultato, sospendendo manualmente i tessuti del viso e riposizionandoli in maniera corretta. Si consigliano inoltre, se necessari, ulteriori interventi da effettuare contemporaneamente (es. blefaroplastica, lipofilling, ecc.).
Si illustrano quindi foto di pazienti già sottoposti al lifting del viso. Viene infine rilasciato al paziente il fascicolo delle note informative, contenente tutte le notizie relative all’intervento e ai periodi pre e post-operatorio. Il paziente dovrà leggere e riconsegnare compilato e firmato tale fascicolo prima dell’intervento, in modo che abbia risolto qualsiasi dubbio o perplessità riguardo l’operazione.

Preparazione all’intervento di lifting del viso
Al paziente verrà rilasciata una lista degli esami medici di routine da effettuare (esami del sangue, esami delle urine, elettrocardiogramma), ove verranno aggiunti altri esami in caso malattie o problematiche di salute del paziente stesso. Sarà necessario informare il dott. Leva su eventuali terapie in atto (assunzione di farmaci antipertensivi, contraccettivi, anticoagulanti, ipoglicemizzanti, tranquillanti, cortisonici, ecc.).
Per almeno 4 settimane prima dell’intervento bisognerà sospendere il fumo, per evitare rischi di necrosi dei tessuti e alterazione della cicatrizzazione.
Evitare per almeno due settimane prima dell’intervento l’assunzione di medicinali contenenti acido acetilsalicilico, come l’aspirina, che possano dare problemi alla coagulazione.
Sospendere eventuale terapia con anticoagulanti.

Il lifting del viso è un intervento che può andare dalla semplice rimozione della cute in eccesso ad un intervento più completo con punti di sospensione a livello della fascia muscolare.

Il dott. Leva esegue l’intervento completo di lifting del viso mediante una tecnica chirurgica che comporta:

  • asportazione della cute e dei tessuti molli in eccesso;
  • trazione ed ancoraggio verso l’alto dei muscoli del sistema muscolo-aponeurotico superficiale (SMAS) mediante punti sutura che vanno ad ancorarsi alla fascia muscolare (struttura estremamente resistente);
  • liposuzione del collo;
  • sutura dei margini mediali dei muscoli platisma (per rinforzare il collo nella zona centrale ed eliminare le due pieghe che si formano medialmente);
  • asportazione della cute in eccesso.

Nei casi in cui sia necessario, si procede all’inserimento di protesi (zigomi, mento, mandibola, mascella, ecc.) o al riempimento di volumi, solchi e rughe mediante lipofilling.

La durata dell’intervento varia da due a tre ore ed oltre, a seconda delle zone del viso da trattare (zona temporo frontale, terzo medio, terzo inferiore, collo) e a seconda degli interventi effettuati simultaneamente (es. blefaroplastica, liposuzione, lipofilling).

Il lifting del viso viene effettuato in anestesia generale, in modo che il paziente non avverta alcun fastidio durante l’intervento e non muova il capo creando problematiche durante l’operazione.
Al risveglio il paziente indosserà una medicazione elastocompressiva che copre tutto il capo e il collo, lasciando libero parzialmente il viso.

Non sono previsti drenaggi, salvo in casi particolari.

Il paziente sarà cosciente nell’arco di un paio d’ore dal termine dell’intervento. Potrà alzarsi dal letto e camminare nelle ore seguenti al risveglio. La dimissione avviene la mattina seguente all’operazione. Il dolore potrà essere presente la sera, quando svanirà l’effetto dell’anestesia, ma potrà essere facilmente controllabile mediante l’assunzione di comuni analgesici.

La medicazione deve essere indossata giorno e notte per almeno due settimane. I punti di sutura vengono rimossi a distanza di 14 giorni circa dell’intervento.

Per alcune settimane o mesi residueranno gonfiore, tumefazione e possibile ematoma che maschereranno il risultato finale.

Il ritorno alla normale vita sociale sarà graduale, riprendendo le normali funzioni quotidiane dopo 1 settimana (fare la spesa, guidare, ecc) e gli esercizi fisici e l’attività sessuale dopo circa 3 settimane.

Il dott. Leva effettuerà visite di controllo a distanza di due settimane, 2 mesi e  12 mesi. In quest’ultima occasione verranno messe a confronto le foto del pre-intervento con i risultati definitivi.

Le cicatrici che residuano dal lifting del viso sono conseguenti alle incisioni effettuate davanti all’orecchio. Esse passeranno quindi davanti al padiglione auricolare, portandosi dietro ad esso per proseguire all’interno dei capelli nella zona retroauricolare (quest’ultima parte dell’incisioine viene creata in caso di lifting del collo). Quando si effettua anche lifting frontale o del terzo superiore, le incisioni proseguono verso l’alto nascondendosi tra i capelli a livello della regione temporale.

La cicatrice così creata andrà a posizionarsi in zone ove sarà poco o per nulla visibile.

Nella norma tale cicatrice sarà sottilissima e di colore simile alla pelle circostante. Si può avere una cicatrice alterata in caso il paziente abbia una tendenza alla cattiva cicatrizzazione (con possibilità di formazione anche di cheloidi o cicatrici ipertrofiche), in caso di fumo nel mese prima e dopo l’intervento, o quando il paziente non effettui il trattamento domiciliare necessario per la buona riuscita della cicatrice.  Tale trattamento consiste nel massaggiare più volte al giorno la cicatrice con apposite creme idratanti e nutrienti, applicare gel di silicone, che tende ad appianarla portandola a livello della cute circostante, e proteggerla da alterazione del colore applicando protettivo solare ogni volta che ci si espone al sole.

I risultati non potranno essere visibili nei primi mesi post-intervento in quanto mascherati dal gonfiore, dall’ematoma e dalle ecchimosi normalmente presenti dopo l’operazione.

Successivamente il viso si distenderà, rendendo visibile il ringiovanimento, con risultati molto naturali. Il lifting del viso elimina i difetti presenti, ma non può bloccare i normali processi di invecchiamento.

La durata del risultato è variabile e soggettiva. Essendo i tessuti sottoposti alla normale forza di gravità, è possibile che sia necessario un ritocco a distanza di anni.

Nessun trattamento può, da solo o in combinazione con altri, raggiungere lo stesso effetto dato dal lifting del viso. Esistono comunque valide metodiche utili per correggere i singoli difetti. In caso di moderata discesa dei tessuti verso il basso ottimi risultati verranno ottenuti mediante l’applicazione di fili di sospensione (balance lift).

Solchi, rughe e depressione potranno essere riempiti e modellati con l’applicazione di acido ialuronico (fillers) o mediante lipofilling (introduzione del proprio grasso autologo).

L’invecchiamento della pelle potrà essere contrastato attraverso trattamenti con laser resurfacing o l’utilizzo di peeling chimici.

Dove opero

L’intervento di lifting viene effettuato dal Dott. Leva secondo tutti i requisiti richiesti. Viene quindi utilizzata un’apposita sala operatoria, con equipe specializzata e con l’ausilio di uno specialista in anestesiologia.

La clinica privata SALUTE E BENESSERE FORUM offre il massimo comfort avendo a disposizione stanze dedicate con personale qualificato a totale disposizione del paziente, così come sale operatorie altamente qualificate.

La clinica si trova a San Benedetto del Tronto in via S.Giovanni Scafa 7, Località P.to d’Ascoli.

Lifting del viso e del collo
5 Recensore
Utenti 0 (0 voti)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Tempistiche
Cosa dicono... Lascia il tuo voto
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Lascia il tuo voto

Costo per un intervento di Lifting del Viso o del Collo

Scopri i costi delle prestazioni

Se sei interessato/a all’intervento di lifting del viso o del collo contatta il 349 5650365 o compila il modulo di contatto