Illumina il tuo sguardo con la Blefaroplastica

La blefaroplastica ha come scopo quello di eliminare tutti i difetti e le imperfezioni che caratterizzano uno sguardo “stanco e appesantito”. Attraverso questa procedura viene ristabilito un aspetto più riposato, fresco e giovanile.

Scopo di tale chirurgia è quello di eliminare l’eccesso di pelle, muscolo e tessuto adiposo (grasso), che si traduce in un rigonfiamento e appesantimento delle palpebre (borse), occhiaie e formazione di piccole rughe fastidiose. Soltanto le cosiddette “zampe di gallina”, rughe presenti ai lati degli occhi, non possono essere migliorate con questo intervento, ma possono comunque essere trattate con fillers di acido ialuronico.

La blefaroplastica può riguardare, a seconda delle necessità, soltanto le palpebre superiori o inferiori, o entrambi, e può essere associata ad altri interventi/trattamenti effettuati nella stessa seduta, come:

Importante è sottolineare che tale chirurgia riguarda soltanto le palpebre e non va in alcun modo a modificare la forma e la dimensione degli occhi stessi, salvo che non venga richiesto espressamente e per reali necessità da parte del paziente stesso.

Dettagli sull’intervento

Non esiste un’età prestabilita per sottoporsi alla blefaroplastica. Nella maggior parte dei casi si rende necessaria in età adulta, ove il passare del tempo ha appesantito e modificato le palpebre. Ciò può però rendersi necessario anche in pazienti più giovani particolarmente predisposti.

È un intervento da non rimandare in tutti quei casi ove la pelle delle palpebre, risultando eccessivamente rilassata, può “cadere” davanti all’occhio (tendina cutanea) e dare problemi di vista, che peggiorano man mano che la pelle continua a coprire sempre più l’occhio.

Indicazioni specifiche per l’intervento sono:

  • borse;
  • occhiaie;
  • quantità eccessiva di rughe sottili a livello delle palpebre inferiori;
  • “palpebra a tendina” dove la pelle della palpebra superiore copre parzialmente l’occhio.
Possono sottoporsi a tale procedura tutti i pazienti che hanno necessità di migliorare il proprio aspetto, e che non presentino problematiche di salute all’atto dell’intervento.
È preferibile evitare l’intervento di blefaroplastica in tutti quei pazienti che presentino ipertensione arteriosa grave, alterazioni della coagulazione, gravi problemi di respirazione ed altre condizioni generali di salute precaria.
Una prima visita pre-intervento è di fondamentale importanza per ben inquadrare la problematica esistente e dare cosi la migliore soluzione.

Vengono quindi effettuate foto del paziente, che saranno poi mostrate a quest’ultimo per far comprendere in modo esatto lo stato attuale della zona da trattare, e foto di altri pazienti già sottoposti a blefaroplastica per mostrare quale sia il risultato definitivo.

Attraverso alcune manovre, fatte direttamente sulle palpebre in questione, verrà simulato, su un occhio soltanto, quale sarà il risultato definitivo, distendendo la pelle e facendo scomparire momentaneamente le eccessive borse sottostanti. Verrà confrontato tale risultato con la palpebra controlaterale, che viene lasciata allo stato naturale (pelle cadente,borse, rughe sottili in eccesso,ecc).

Dopo aver compilato la cartella clinica medica, necessaria ad inquadrare lo stato di salute del paziente, si passerà alla spiegazione dell’intervento e di tutto quanto concerne la preparazione e il periodo post-intervento.

Si illustrerà quindi il tipo di anestesia, la durata dell’operazione, il punto in cui si effettuano le incisioni e dove quindi si avranno le future cicatrici, il tipo di medicazione finale, il tempo di ripresa post-operatoria, e tutto ciò che concerne il ritorno alla normale vita sociale.

Verrà consegnata una lista degli esami medici da effettuare prima dell’intervento e le note informative, ovvero un opuscolo nel quale viene dettagliatamente illustrato quanto già detto durante la prima visita e che riguarda l’intervento.

Per poter essere sottoposto all’intervento di blefaroplastica il paziente deve eseguire determinati esami di routine medici, che attestino un buon stato di salute del paziente.
Potranno essere necessari esami specifici nel caso di patologie sistemiche importanti (pneumopatie, ipertensione arteriosa grave, diabete scompensato, ecc).
Durante l’intervento di blefaroplastica si procederà alla somministrazione di anestestetico locale a livello delle palpebre e di sedazione da un medico anestesista, che sarà presente durante tutto l’intervento e nel periodo post-operatorio, sino alla dimissione del paziente.

Attraverso la sedazione il paziente sarà in stato di dormi-veglia, che permetterà a quest’ultimo di dormire e di non accusare alcun dolore. I vantaggi di tale anestesia, rispetto all’anestesia generale, sono dati da un più veloce risveglio post-operatorio, una minore quantità di anestetico introdotta in circolazione, una più veloce ripresa subito dopo l’intervento e un’amnesia retrograda grazie alla quale il paziente non ricorderà nulla dell’intervento effettuato e dell’immediato post-operatorio.

Una volta dimesso, viene sempre consigliato di prendere un antiinfiamatorio la sera, prima di andare a dormire, per ridurre al minimo eventuali fastidi o dolori durante la notte.

Prima dell’intervento vengono eseguiti disegni a livello delle palpebre, per inquadrare esattamente la giusta quantità di pelle da rimuovere e il punto esatto nel quale residueranno le sottili cicatrici.

Una volta addormentato il paziente, si procede ad iniezione di anestetico locale alle palpebre e successiva preparazione e rimozione di cute, di grasso e di strip muscolare ove necessario. Prima di fare tutto ciò, vengono eseguite determinante misurazioni per fare in modo che la quantità di tessuto rimosso non sia eccessiva né tanto meno insufficiente.

Si confronteranno cosi le palpebre sinistra e destra per fare in modo che siano il più simili tra loro.

Si procede poi alla chiusura dei tessuti applicando la sutura intradermica (particolare sutura utilizzata dagli specialisti in chirurgia plastica per dare come risultato una cicatrice lineare e nascosta all’interno della piega palpebrale nel caso di blefaroplastica superiore, o immediatamente sotto le ciglia in caso di blefaroplastica inferiore).

Vengono infine applicati sottilissimi cerottini che fungeranno da medicazione da portare nei giorni seguenti.

Al termine dell’intervento di blefaroplastica il paziente sarà sveglio e cosciente nell’arco di un’ora circa. Non si avvertirà particolare dolore in quanto ancora presente l’effetto dell’anestesia locale.

Nelle ore successive il paziente rimarrà sotto osservazione da parte del dott. Leva e dell’anestesista presente durante l’intervento. Generalmente la dimissione avviene entro un paio d’ore dall’operazione e il paziente potrà tornare a casa senza particolari problematiche.

Dal giorno successivo si potranno riprendere le normali attività di vita quotidiana, ma indossando occhiali da sole, utili per coprire le naturali ecchimosi ed ematomi e per proteggere gli occhi da possibili agenti esterni irritanti (sole, polvere, sabbia, ecc).

I normali segni e sintomi post-operatori, quali ecchimosi, ematoma, gonfiore, lacrimazione eccessiva o secchezza oculare, incompleta chiusura delle palpebre, si risolveranno nell’arco di alcune settimane o mesi a seconda della normale guarigione del paziente.

I punti di sutura verranno rimossi dopo 4 giorni circa dall’intervento, mentre la medicazione, formata soltanto da sottilissimi cerotti a forma di strisce, verranno rimossi in ottava giornata circa.

Le cicatrici che si formeranno successivamente alla blefaroplastica saranno sottili e situate in zone non visibili, ovvero all’interno della piega palpebrale superiore e immediatamente sotto le ciglia nella palpebra inferiore.

Sarà poi premura del paziente stesso massaggiare quotidianamente e applicare determinate creme e gel, per far in modo che tali cicatrici non si alterino nel tempo e diano luogo ad un risultato esteticamente meno accettabile.

Foto Blefaroplastica: pre e post-intervento

* Tutti i contenuti fotografici, grafici e testuali di questo sito sono solo a scopo informativo. I risultati di tutti gli interventi e dei servizi di chirurgia plastica e estetica descritti sul sito possono variare da persona a persona.

Dove opero

L’intervento viene eseguito in sala chirurgica-operatoria, con equipe specializzata e medico anestesista.

La clinica privata SALUTE E BENESSERE FORUM, situata nei pressi dell’uscita autostradale di San Benedetto del Tronto, offre il massimo comfort al paziente mettendo a disposizione di quest’ultimo stanze confortevoli ed infermieri professionali.

La clinica si trova a San Benedetto del Tronto (AP) in via S.Giovanni Scafa, località P.to d.Ascoli. Vai ai contatti »

Blefaroplastica
5 Recensore
Utenti 0 (0 voti)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Tempistiche
Cosa dicono... Lascia il tuo voto
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Lascia il tuo voto

Costo per un intervento di blefaroplastica

Scopri i costi delle prestazioni

Se sei interessato/a all’intervento di blefaroplastica contatta il 349 5650365 o compila il modulo di contatto