Correggi le anomalie del seno maschile con la Ginecomastia

La ginecomastia è un’imperfezione delle mammelle maschili che consiste in un aumento di dimensione e un’alterata forma di quest’ultime, visibile in tutte le età, sia in bambini e ragazzi che negli adulti. In alcuni casi le mammelle possono essere simili a quelle femminili.

Tale intervento viene spesso associato a liposuzione (dell’addome, dei fianchi, delle braccia e delle gambe), ad addominoplastica, a lifting delle braccia e a lifting delle cosce.

Dettagli sull’intervento

La ginecomastia viene suddivisa in ambito medico in 3 categorie. Si parla di ginecomastia vera quando si ha un aumento del tessuto ghiandolare, di pseudoginecomastia (o falsa ginecomastia) quando c’è un aumento del tessuto adiposo o di una ginecomastia mista quando sono presenti entrambe le alterazioni.
La ginecomastia può essere una condizione legata allo sviluppo durante l’adolescenza-pubertà (ginecomastia parafisiologica o puberale) che scompare successivamente, può essere legata alla riduzione di determinati ormoni da invecchiamento (ginecomastia senile), può dipendere da una situazione di obesità o può essere secondaria a patologie. Parliamo in quest’ultimo caso di ginecomastia dovuta ad alterazioni endocrinologiche (da ridotta produzione di testosterone o da aumentata produzione di estrogeni o prolattina), da disfunzioni delle gonadi, del fegato o della tiroide o secondari all’assunzione di farmaci (steroidi anabolizzanti, psicofarmaci, ecc).
La correzione della ginecomastia è consigliata quando si creano disturbi di carattere psicologico, sociale e funzionale. Si ricorre all’intervento chirurgico quando la problematica non può essere risolta in altro modo.
Si sconsiglia l’intervento in tutti quei pazienti che non siano in stato di buona salute, che presentino cioè patologie ad alto rischio (diabete conclamato, patologie cardiache, renali, ecc).
Nei forti fumatori viene richiesto di sospendere o diminuire drasticamente il fumo per almeno 2-4 settimane prima e dopo l’intervento. Ciò per ridurre al massimo le problematiche di sanguinamento e guarigione delle cicatrici.
Nel caso di somministrazione di farmaci causa della ginecomastia, ove non sia possibile interrompere la cura, si preferisce eventualmente posticipare l’intervento.
È inoltre preferibile rimandare l’operazione nei soggetti in età puberale, attendendo il termine dell’adolescenza.
La diagnosi di ginecomastia deve essere sempre convalidata da un’ecografia mammaria. Vengono prescritti esami ematici per la valutazione dell’equilibrio ormonale (prolattina, testosterone, FSH,LH, ecc) ed esami di routine da effettuare prima di ogni intervento chirurgico (esami specifici del sangue, esami delle urine ed elettrocardiogramma).
Ulteriori approfondimenti medici vengono richiesti solo in caso di specifiche problematiche del paziente.
Ai forti fumatori viene richiesto di ridurre o interrompere per 2-4 settimane il fumo, sia prima che dopo l’operazione, per ridurre al minimo i rischi di sanguinamento e di cattiva cicatrizzazione.
Viene inoltre richiesto di interrompere l’assunzione di farmaci specifici quali aspirina e antiinfiammatori in generale.
Obiettivo principale di tale chirurgia è di ridonare al paziente delle mammelle piatte e ridefinire i contorni di un normale petto maschile.
In caso di ginecomastia falsa la problematica viene risolta mediante intervento di liposuzione.
Se siamo di fronte ad una ginecomastia vera si procederà asportando la ghiandola, mentre nella ginecomastia mista si effettueranno entrambe le procedure chirurgiche. Nei casi ove richiesto (mammelle di grandi dimensioni) viene asportata anche una porzione di pelle, e i capezzoli vengono riposizionati in una posizione corretta. In tutti i casi la dimissione del paziente avverrà nella stessa giornata dell’intervento chirurgico.
Generalmente, salvo diverse indicazioni, la correzione di ginecomastia viene effettuata in anestesia locale e sedazione. In questo modo il paziente sarà sveglio e cosciente poco tempo dopo il termine dell’operazione. Tale tipo di anestesia offre inoltre come vantaggi la rapida dimissione del paziente e un più facile e veloce smaltimento dei farmaci iniettati rispetto all’anestesia generale.
Al termine dell’intervento viene applicata una speciale fasciatura compressivo-elastica che dovrà essere indossata per un mese, giorno e notte. Al risveglio post-intervento il paziente rimarrà sotto osservazione per qualche ora per essere poi dimesso e potrà tornare a casa senza particolari problemi.
Non vengono applicati drenaggi, salvo nei casi di grandi dimensioni delle mammelle ove l’intervento risulta più complesso.
In caso di ginecomastia vera o mista dove viene effettuata un’incisione a semiluna intorno all’areola (o nei casi più complessi circolare intorno all’areola) i punti applicati verranno rimossi 7-10 giorni dopo l’intervento.
Nelle prime settimane-mesi dopo l’operazione le mammelle appariranno gonfie e tumefatte, di dimensioni anche maggiori rispetto alla situazione iniziale. I risultati saranno evidenti alla scomparsa del gonfiore, generalmente non prima di due mesi dall’intervento.
I risultati ottenuti saranno stabili. La problematica può ripresentarsi nei casi un cui si abbia un nuovo aumento di peso o si ripresenti l’eventuale patologia che ha causato la ginecomastia.
Nel caso di ginecomastia falsa verranno effettuate delle piccole incisioni del diametro di circa 1-2 millimetri e in numero di 2-4 incisioni. Di conseguenza le cicatrici residue saranno piccole e generalmente poco visibili.
Nel caso di ginecomastia vera o mista avremo delle incisioni a forma di semiluna a livello esterno dell’areola.
Cicatrici più estese (circolari intorno all’areola e verticali lungo la mammella) potrebbero essere presenti in casi di eccessivo volume e dimensione delle mammelle stesse. La cicatrice che ne residuerà sarà sottile e lineare, ma il risultato estetico finale dipende molto dalla costanza del paziente nel curare, massaggiando con apposite creme e medicamenti, la cicatrice stessa.
I massaggi, così come l’applicazione quotidiana di protettivo solare e gel di silicone, saranno fondamentali per far sì che si abbia una cicatrice sottile, lineare, di colore simile alla pelle circostante.

Foto Ginecomastia: pre e post-intervento

* Tutti i contenuti fotografici, grafici e testuali di questo sito sono solo a scopo informativo. I risultati di tutti gli interventi e dei servizi di chirurgia plastica e estetica descritti sul sito possono variare da persona a persona.

Dove opero

L’intervento di ginecomastia viene effettuato dal Dott. Leva secondo tutti i requisiti richiesti. Viene quindi utilizzata un’apposita sala operatoria, con equipe specializzata e il Dottore è affiancato da uno specialista in anestesiologia.

La clinica privata SALUTE E BENESSERE FORUM offre il massimo comfort avendo a disposizione stanze dedicate con personale qualificato a totale disposizione del paziente, così come sale operatorie altamente qualificate.

Prenota una visita
La clinica si trova a San Benedetto del Tronto in via S.Giovanni Scafa 7, Località P.to d’Ascoli.

Ginecomastia
5 Recensore
Utenti 0 (0 voti)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Tempistiche
Cosa dicono... Lascia il tuo voto
Ordina per:

Sii il primo a lasciare una recensione.

User Avatar
{{{ review.rating_title }}}
{{{review.rating_comment | nl2br}}}

Di Più
{{ pageNumber+1 }}
Lascia il tuo voto

Costo per un intervento di Ginecomastia

Scopri i costi delle prestazioni

Se sei interessato/a all’intervento di ginecomastia contatta il 349 5650365 o compila il modulo di contatto